Prodotti

Prodotti

Vini salutari e di qualità che oltre a gratificare naso e palato danno quel senso di benessere che è tipico dei prodotti naturali.

La coltivazione biologica di antichi vitigni con raccolta manuale e la vinficazione naturale con pochissimi solfiti sono gli standard aziendali. La rilettura della antica enologia modenese e reggiana – Francesco Aggazzotti e Raffaele Bertani – è la fonte di ispirazione e la valorizzazione del territorio è l’obiettivo.

Lo Stiolorosso e il Resmaior, prodotti con uve storiche, tecnologia d’altri tempi e fermentazione in bottiglia, rappresentano l’eccellenza del vino naturale e sono buona sintesi della filosofia aziendale.

Lambrusco Casalpriore

 

Il Lambrusco Casalpriore, metodo Charmat, è prodotto con i Lambruschi di Sorbara, Oliva, Salamino e con uva Ancellotta, coltivate con il metodo biologico nell’antico podere di Stiolo votato da secoli alla viticoltura. Le buone uve raccolte a mano e la vinificazione biologica con bassissimo contenuti di solfiti rendono questo vino particolarmente gradevole e salutare. Un’abbondante spuma color porpora, una piacevole profumazione di fiori, conferita dal binomio Lambrusco di Sorbara e Oliva, unite ad una sapidità e freschezza di palato sono le note distintive della qualità di questo lambrusco.
Il senso di benessere dopo una buona bevuta costituisce il certificato di garanzia del prodotto.

Classificazione: Lambrusco dell’Emilia IGP
Tipologia: Vino Frizzante Biologico certificato ICEA
Coltivazione: secondo le norme dell’Agricoltura Biologica
Vitigni: Lambrusco di Sorbara, Salamino, Oliva con uva Ancellotta
Sistema di allevamento: Pergola (1960) e GDC
Raccolta: manuale
Vinificazione: regime biologico con basso tenore di solfiti (SO2 tot. 25mg/l).
Spremitura morbida, breve macerazione sulle bucce e completamento della fermentazione
a temperatura controllata. Affinamento in vasca.
Presa di spuma: in autoclave con mosto dolce di Ancellotta e Lambrusco Oliva,
metodo Charmat-Martinotti.
Analisi sensoriale: ”…al naso rimanda piacevoli note floreali di viola,
ciclamino, rosa e magnolia per poi lasciar spazio ad un fruttato fresco
che ricorda il succo di mirtillo, l’amarena, il lampone e sprazzi di melagrana.
” [Lavinium, Novembre 2015]
Temperatura di servizio: 12-14 °C.

Stiolorosso

 

Il Lambrusco Stiolorosso è prodotto con uve dei Lambruschi di Sorbara, Lambrusco Oliva ed uva Ancellotta. È un fermentato in bottiglia con una tecnologia naturale d’altri tempi. Le uve biologiche vengono pigiate poi follate a mano, il mosto svinato e fermentato sui propri lieviti viene travasato tre volte ed infine imbottigliato nella luna crescente di Marzo-Aprile. La presa di spuma con mosto dolce e lieviti propri e l’affinamento in bottiglia avvengono nella quiete dell’antico casale seicentesco di Stiolo.
Nessuna filtrazione e nessun additivo enologico ad eccezione di poca solforosa (SO2 totale 25 mg/l). 

Classificazione: Lambrusco dell’Emilia  IGP
Tipologia: Vino frizzante biologico fermentato in bottiglia. Certificato ICEA.
Coltivazione: Secondo le norme dell’Agricoltura Biologica.
Vitigni: Lambrusco di Sorbara, Lambrusco Oliva, uva Ancellotta.
Sistema di allevamento: Pergola (Ancellotta 1960) e GDC (Lambruschi).
Raccolta delle uve: Manuale in casse.
Vinificazione: Certificazione biologica con basso tenore di solfiti (SO2 tot. 25mg/l).
Pigiatura e lunga macerazione con follatura manuale.
Fermentazione con bucce sui propri lieviti. Tre travasi e nessuna filtrazione.
Presa di spuma: In bottiglia con mosto dolce e lieviti propri.

Periodo di imbottigliamento: luna crescente di Marzo.
Analisi sensoriale: Colore porpora brillante con abbondante spuma rossa.
Al naso sentore ampio e complesso di fiori (rosa, viola). Bolla sottile ed armoniosa.
Palato fruttato e succoso con note di amarena e frutti di bosco.
Finale asciutto, fresco e di buona persistenza
Temperatura di servizio: 16-18 °C

Resmaior

 

Il Lambrusco Resmaior è prodotto con tre cloni di Lambrusco di Sorbara presenti nello storico podere di Stiolo. È un fermentato in bottiglia vinificato secondo la tradizione enologica del territorio, cioè le indicazioni dell’illuminato agronomo Francesco Agazzotti (Modena, 1811-1890). Le uve vengono pigiate e il mosto viene lasciato macerare sulle bucce per tre giorni, successivamente viene fermentato sui propri lieviti e svinato all’alzata del cappello. Si procede poi al lungo affinamento in vasca e agli opportuni travasi. Il vino viene imbottigliato alla luna crescente con mosto dolce e, solo sui propri lieviti, effettua la presa di spuma nella tranquilla cantina del casale.
Non si filtra ne si aggiungono additivi enologici ad eccezione di poca solforosa (SO2 totale 25 mg/l). 

Classificazione: Lambrusco dell’Emilia  IGP.
Tipologia: Vino frizzante biologico fermentato in bottiglia. Certificato ICEA.
Coltivazione: Secondo le norme dell’Agricoltura Biologica.
Vitigni: Lambrusco di Sorbara (tre cloni).
Sistema di allevamento: GDC.
Raccolta delle uve: Manuale in casse.
Vinificazione: Secondo le norme della certificazione biologica con pochissimi solfiti (SO2 tot. 25mg/l).
Presa di spuma: In bottiglia con mosto dolce e lieviti propri.

Periodo di imbottigliamento: luna crescente di Marzo-Aprile.
Analisi sensoriale: Bellissimo colore rosato acceso, senza sfumature aranciate, spuma abbondante e persistente.
Al naso decise note floreali (rosa, viola) tipiche del vitigno.
Al palato sentore di frutti di bosco con acidità equilibrata.
Il vino scende nello stomaco accarezzandolo, con un’ottima di benessere. Proprio come scrive il grande Francesco Agazzotti: “oltre l’aggradimento al palato, è precipuamente confortevole allo stomaco e chi vi sia abituato non ne trova di eguali” (Modena, 1867).
Temperatura di servizio: 14-16 °C